Giuggiole e benefici per la pressione

Conosciuta da oltre 4.000 anni, la giuggiola è una pianta originaria della Cina, che apporta all’organismo umano numerosi benefici.
Il frutto, i semi e la corteccia sono descritti anche negli antichi documenti medici coreani, indiani e giapponesi  e sono utilizzati per regolare la pressione arteriosa, alleviare lo stress e l’insonnia oltre che come stimolanti dell’appetito, digestivi antiaritmici e contraccettivi.
Una antica tradizione popolare sostiene che il dolce profumo della giuggiola faccia innamorare gli adolescenti e i giovani.

Il frutto viene consumato fresco allo stato naturale oppure essiccato e trasformato in caramelle; il tè e lo sciroppo, invece, vengono prodotti con le bacche.
Per gli usi tradizionali le dosi giornaliere prevedono fino a 50 gr. di giuggiola secca e non oltre 4 gr. di estratto.
Contiene principalmente acidi organici, glicosidi triterpenici, alcaloidi, flavonoidi, carboidrati, vitamine, sitosterolo, stigmasterolo, desmasterolo. Grazie a queste sostanze la giuggiola è eccellente per:

  • contrastare la pressione alta e la ipertensione
  • aiutare nella cirolazione sanguigna
  • proteggere dai calcoli biliari
  • triplicare gli effetti prodotti dai comuni integratori vitaminici se assunta come ricostituente
  • alleviare lo stress e l’ansia
  • fortificare il sistema immunitario
  • proteggere il fegato
  • ritardare l’invecchiamento della pelle
  • trattare l’anemia

Caratteristiche del frutto della giuggiola

In latino definita Fructus Jujubae, la giuggiola è un arbusto della famiglia delle Rhamnaceae che può raggiungere fino ai 10 metri di altezza ed è costituito da rami spinosi.
E’ originaria dell’Asia e richiede un clima che preveda estati calde e acqua sufficiente per consentirne la fruttificazione. Tuttavia la giuggiola tollera anche temperature più rigide e riesce a sopravvivere anche in aree desertiche.
Le sue foglie sono brillanti, verdi, dalla forma ovale con una lunghezza dai 2 ai 7 cm, caratterizzate alla loro base da tre vistose venature.
I fiori, molto piccoli, hanno petali dal colore giallo-verde. I frutti sono ovali, inizialmente di colore verde per diventare, una volta maturi, di colore rosso scuro oppure porpora tendente al nero.

E’ un frutto ricco di flavonoidi, fenoli e antiossidanti; contiene vitamina C in una quantità superiore ben 20 volte rispetto agli agrumi. In considerevoli dosi, contiene manganese e ferro e ben 18 dei 24 aminoacidi fondamentali per la produzione delle oltre 50.000 proteine presenti nell’organismo umano.
Le giuggiole, inoltre, sono ricche di:

  • proteine,
  • grassi,
  • carboidrati,
  • carotene,
  • vitamine del gruppo B,
  • vitamina P,
  • calcio,
  • fosforo,
  • adenosina monofosfato ciclico

Benefici della giuggiola

Il frutto della giuggiola è benefico per migliorare i problemi della pressione sanguigna, per l’insonnia, per l’umore e per i problemi gastrointestinali.
L’elevata presenza di vitamine e minerali aiutano a potenziare il sistema immunitario e a produrre i globuli rossi utili per l’energia e la vitalità complessiva.
L’apporto di questa sostanza, rafforza i muscoli, riduce il senso di affaticamento, dilata i vasi sanguigni, aumenta la contrattilità miocardica, previene e cura le malattie cardiovascolari.
E’ un ottimo rimedio per i problemi collegati alla milza e allo stomaco, insonnia e altro.
È efficace nel trattamento di malattie come l’epatite acuta e cronica, la cirrosi, l’anemia e la porpora allergica.
Grazie alla presenza di sostanze come i triterpenoidi e l’adenosina monofosfato ciclico, produce effetti soppressori del tumore e antiallergici.
Nella medicina tradizionale cinese, la giuggiola è ritenuta un alimento riscaldante da utilizzare per rimuovere l’umidità, nutrire il sangue, calmare la mente e rafforzare il corpo.

Pressione alta e osteoporosi

4 frutti di giuggiola contengono 140 mg. di potassio che, da antagonista del sodio (contenuto in una minima dose di 2 mg.), è eccellente per aiutare a mantenere bassa la pressione sanguigna.
La stessa quantità di frutti contiene anche 12 mg. di calcio e 13 mg. di fosforo, ideali per rafforzare la struttura ossea; presenti anche 6 mg. di magnesio che aiutano, invece, la massa muscolare a contrarsi meglio e a mantenersi tonica.

Vitamina C
La giuggiola potenzia il sistema immunitario e il consumo di circa 4 frutti di pezzatura normale forniscono all’organismo 40 mg. di vitamina C, il doppio della dose media normalmente consigliata per essere assunta quotidianamente. La stessa quantità di giuggiole contiene 0,5 mg. di niacina, vitamina del gruppo B dalle proprietà energetiche che contribuisce, tra l’altro, a mantenere il sangue in condizioni efficienti.

Controllo del peso
Se si ha necessità di perdere il peso o di mantenere l’attuale, le giuggiole sono un ottimo supporto. Circa 4 frutti contengono solo 44 calorie, fornendo 0,5 gr. di proteine.

Azione antiossidante
100 gr. di polpa di giuggiola, (circa 7 frutti), contengono 3 mg. di catechine, sostanze che agiscono nell’organismo come antiossidanti ma anche come stimolanti nell’apprendimento e nel mantenimento della memoria.

Una ricetta con la giuggiola

Rafforzante e ricostituente

  • Giuggiola 20 gr.
  • 1 uovo
  • zucchero di canna 30 gr.

Ideale come ricostituente grazie all’apporto di vitamine della giuggiola ed eccellente per rafforzare i capillari sanguigni

E’ dal 1996 che mi occupo di scrittura per il web.
Da allora scrivo e condivido con i lettori contenuti coinvolgenti ed esaustivi per fornire risposte accurate alle loro domande.
Sicuramente l’aspetto più difficile è riuscire a trovare la “parola giusta” quella necessaria per regalare valore aggiunto a un testo. E questo è il mio lavoro.

Giuggiole e benefici per la pressione
Ti è piaciuto il post?
Back to top